Regione Puglia, nuovo ospedale del Nord Barese: il punto in Commissione Sanità

Il direttore del Dipartimento regionale alla salute, Vito Montanaro.

BARI, 3 maggio 2021 – Un’audizione congiunta della prima e della terza commissione servirà a completare il giro d’orizzonte sulla realizzazione di un nuovo ospedale del Nord Barese. Se n’è parlato oggi in Commissione Sanità. Il punto sulla situazione è stato richiesto dal consigliere Francesco La Notte. I fondi sono individuati in una delibera della Regione Puglia del gennaio 2019 e il direttore del Dipartimento regionale alla salute, Vito Montanaro, sarà presto a Roma per avere garanzie sull’iter del finanziamento di un intervento prioritario. A fine maggio qualche notizia esatta. Una conferenza di servizi dei sindaci ha individuato l’area dove dovrebbe sorgere: 20 ettari ricadono a Bisceglie, una piccola parte a Molfetta. A servizio di un bacino di 235mila abitanti, tra due province, Bari-Bat e che non hanno un grande ospedale di riferimento, la struttura è molto importante per il territorio Nord Barese, hanno fatto presente i consiglieri La Notte e Saverio Tammacco.
Sempre Tammacco ha chiesto un’audizione sulla carenza di organico che mette a rischio chiusura l’ospedale “Don Tonino Bello” di Molfetta e intanto costringe il personale a turni massacranti. La mancanza di specialisti, su cui si sono soffermati il sindaco e i medici del presidio ospedaliero, si fa sentire dovunque e nella struttura molfettese (che ospita un’astanteria con dieci posti letto covid ed è strategica nel territorio), è molto grave al Pronto Soccorso, in urologia, cardiologia e per gli anestesisti rianimatori. Il direttore generale dell’Asl di Bari Antonio Sanguedolce ha dato conferme su servizi e reparti, i concorsi per le figure apicali saranno accelerati ed è in corso quello per anestesisti. Non hanno dato risultati efficaci gli avvisi pubblici per specialisti, specializzandi o anche medici non specialisti, ma l’Asl cerca di reclutare operatori con ogni forma contrattuale. C’è l’impegno a fare il possibile per tamponare una situazione di emergenza, aggravata dalla pandemia Il direttore del Dipartimento può proporre eventuali compensazioni interaziendali, per cercare di sopperire alle creanze.

*/ endif; // end ! comments_open() ?>