Al via “Palcoscenico”, 10 appuntamenti in tv con teatro e cabaret registrati al teatro Piccinni

Ines Pierucci.

BARI, 20 marzo 2021 – Al via un ciclo di dieci appuntamenti denominato “Palcoscenico”, progetto inedito di teatro in tv promosso dall’assessorato alle Culture in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese in base all’accordo di valorizzazione del teatro comunale “Niccolò Piccinni”, sottoscritto dal Comune di Bari e dal Consorzio regionale per le arti e la cultura. “Palcoscenico” è stato ideato durante la pandemia per sostenere e promuovere la cultura e lo spettacolo teatrale, seppure in forma nuova, attraverso la diffusione televisiva degli spettacoli e degli sketch di cabaret di alcune compagini artistiche cittadine, registrati all’interno del Piccinni trasformato per l’occasione in un palcoscenico televisivo.

Tra gennaio e marzo più di 100 lavoratori del mondo dello spettacolo – 117 operatori di cui 82 artisti (45 attori di compagnie e 37 di cabaret) – sono stati perciò coinvolti nella produzione, curata da Telenorba, lavorando all’interno teatro comunale Piccinni nel pieno rispetto dell’attuale normativa di sicurezza.

La messa in onda delle dieci serate, una alla settimana fino a maggio, è stata introdotta da un breve servizio, realizzato della redazione di Telebari, che dà voce agli artisti in scena e svela il teatro Piccinni anche nei suoi spazi segreti, nascosti agli occhi dei più.

“A un anno dall’inizio della pandemia, con Palcoscenico vogliamo restituire dignità agli artisti e a tutti i lavoratori del comparto teatrale messi in ginocchio dalle restrizioni e dalla mancata ripartenza dello spettacolo dal vivo e tornare a godere, seppur attraverso uno schermo, della bellezza del Piccinni – commenta Ines Pierucci -. Nelle scorse settimane il teatro, trasformato in un grande set televisivo, è stato animato da decine di tecnici, macchinisti, registi e attori impegnati nella realizzazione di un format innovativo, che per dieci settimane porterà alcuni dei volti più amati della comicità barese nelle case dei cittadini. Un lavoro di grande qualità che ha visto anche l’ideazione di scenografie digitali animate per ciascuno degli appuntamenti. Sarà anche l’occasione per conoscere più da vicino il nostro teatro, che dalla riapertura seguita ai lavori di restauro, purtroppo, non è stato vissuto dal pubblico a causa dell’emergenza sanitaria”.

*/ endif; // end ! comments_open() ?>