Ventimila in festa al San Nicola: il Bari celebra il ritorno tra i professionisti

La premiazione del Bari, vincitore del Girone I della serie D 2018-19. (foto: Vox24)

BARI, 28 aprile – Curva nord in festa, colorata da migliaia di cartoncini bianchi e rossi, con uno striscione emblematico: “Passano gli anni ma la gente ti segue come sempre”: in ventimila si sono ritrovati per festeggiare la promozione del nuovo Bari tra i professionisti. Prima del fischio d’inizio si sono esibiti Renato Ciardo e Sabino Bartoli, che ha cantato l’inno del Bari.

Avversario di questa penultima giornata del girone I della serie D il Rotonda, pericoloso dopo pochi minuti con Flores che impegna Marfella. Ma all’8′ la squadra di Cornacchini sblocca il risultato con Floriano, rapido a capitalizzare uno svarione della difesa lucana. I biancorossi potrebbero raddoppiare al 15′, su corner, ma Di Cesare manda di poco fuori. Due minuti dopo si rivede in avanti il Rotonda, sempre con Flores. Interviene Mattera che devia in corner. Al 20′ Neglia calcia dall’area piccola e colpisce il palo.

Il primo tempo termina con i padroni di casa in vantaggio. Nell’intervallo, a bordo campo sfilano le auto d’epoca del Gran Premio di Bari.

Inizia la ripresa e il copione non cambia: il Rotonda ha bisogno disperatamente di punti e ci riprova con Talia, ma Marfella non si fa sorprendere. Il Bari, dal canto suo, si fa pericoloso in un altro paio di occasioni, con Di Cesare e Simeri, ma senza fortuna.

Al 55′ nel Bari entra Brienza ed esce Feola. Cinque minuti dopo i lucani trovano fortunosamente il pareggio: Hamlili perde palla in area e Chiavazzo manda la sfera di poco oltre la linea di porta beffando Marfella e Di Cesare nei rispettivi estremi tentativi difensivi.

I pugliesi non accettano il pari e si riversano nella metà campo avversaria, imponendo il maggior tasso tecnico e di esperienza. Il gol vittoria giunge all’88’ grazie a Simeri che di sinistro indirizza in rete da posizione difficile. Finisce 2-1 per i Galletti, che salgono a quota 78 punti. Il Rotonda retrocede in Eccellenza con un turno di anticipo.

Come da programma, al termine dei 90 minuti va in scena la presentazione e premiazione della squadra, dello staff e della dirigenza. Applausi a scena aperta per il presidente De Laurentiis che, sollecitato dalla Nord, assicura una Bari competitivo per la Lega Pro. Poi il tripudio, con il capitano Ciccio Brienza che solleva al cielo la coppa di categoria.

Bari-Rotonda 2-1 

BARI (4-2-3-1) – Marfella; Turi, Mattera, Di Cesare, Nannini; Hamlili (82′ Iadaresta), Feola (66′ Brienza); Floriano (90′ Bolzoni), Neglia (73′ Liguori), Piovanello (55′ Langella); Simeri. A disp.: Bellussi, Cacioli, Quagliata, Pozzebon. All.: Cornacchini

ROTONDA (4-4-2) – Gonzalez; Nicolao, Silletti, Pastore, Taccogna; Talia (80′ Ostuni), Chiavazzo, Galdean (56′ Zappacosta), Marigliano; Flores (56′ Gonzalez (74’Granata)), Evacuo (66′ Cocuzza). A disp.: Oliva, Tucci, Illiano, De Stefano. All.: Baratto

Arbitro: Campagnolo di Bassano del Grappa
Marcatori: 7′ Floriano (B), 70′ Chiavazzo (R), 88′ Simeri (B)
Ammoniti: Silletti (R)

*/ endif; // end ! comments_open() ?>