Universo Salute, l’AD Telesforo ringrazia il Commissario ex Cdp: “Abbiamo vinto entrambi”

Paolo Telesforo, AD di Universo Salute – Opera Don Uva.

BISCEGLIE, 2 ottobre – E’ terminato ieri, 1° ottobre, il periodo biennale durante il quale il Commissario Straordinario dell’ex Casa Divina Provvidenza, Bartolomeo Cozzoli, ha svolto il monitoraggio (previsto dalla normativa) sull’attività di Universo Salute – Opera Don Uva Srl, acquirente dei complessi aziendali della Congregazione Ancelle della Divina Provvidenza in Amministrazione Straordinaria (ai sensi della c.d. Legge Marzano) e sul rispetto degli obblighi contrattuali assunti.

A tal proposito, in un lungo ed approfondito messaggio diffuso poche ore fa (http://www.vox24.it/fine-monitoraggio-attivita-universo-salute-don-uva-il-commissario-operazione-pienamente-riuscita/), il Commissario aveva evidenziato l’importante lavoro di risanamento svolto nel corso della gestione commissariale dei complessi aziendali dell’ex CDP – con susseguenti premesse per la cessione dei medesimi all’attuale proprietà Universo Salute e la “definitiva conferma”, a distanza di 2 anni: un’operazione di salvataggio che Cozzoli ha definito “pienamente riuscita” con “l’evidenza di un’azienda sana e solida dal punto di vista economico, che ha rispettato gli obblighi contrattuali assunti col Commissario Straordinario, che ha avviato programmi di crescita e che finalmente realizza utili d’impresa”.

Immediata la replica da parte dell’AD di Universo Salute, Paolo Telesforo, che, a conclusione dei primi due anni di attività, ha voluto ringraziare il Commissario “per l’ottimo lavoro svolto nel Suo mandato”. Quindi il punto della situazione “alla luce di questi ultimi 730 giorni della lunga, gloriosa e tormentata, storia dell’Opera fondata da Don Uva nel 1922”, in un messaggio accorato, a nome “di tutto il C.d.A., della dirigenza e soprattutto dei lavoratori, veri protagonisti di successi congiunti e contigui: quello dell’Amministrazione Straordinaria e quello conseguente di Universo Salute”.

“Abbiamo vinto entrambi, Commissario – scrive Telesforo – abbiamo vinto la reticenza, la diffidenza, lo sconforto, i dubbi, le difficoltà che parevano insormontabili giungendo, pienamente soddisfatti, al bivio in cui le nostre strade si dividono e Universo Salute continuerà il suo percorso di crescita da solo, con gambe ancora più forti di prima e orizzonti lontani e sereni. Lo ha detto Lei, lo hanno confermato i fatti, lo ha sottolineato il Presidente Emiliano, l’operazione di monitoraggio può dirsi pienamente riuscita, abbiamo raggiunto risultati positivi sin dai primi mesi di gestione nel 2017 raggiungendo nel 2018 un margine operativo lordo che soddisfa tutti e un utile di gestione che è stato totalmente reinvestito nelle migliorie strutturali e di efficientamento delle strutture, delle attrezzature e dell’operatività.

Sul piano della qualità – prosegue l’AD di Universo salute – del nostro lavoro abbiamo ottenuto due prestigiosi riconoscimenti: la certificazione di Eccellenza ISO 9001:2015 e il massimo punteggio nel Rapporto sulla Valutazione partecipata dell’Umanizzazione delle Cure negli Ospedali pugliesi, che ci ha visti premiati nei giorni scorsi dal Direttore Generale dell’Aress, Giovanni Gorgoni, al Forum Mediterraneo della Sanità, a Bari. Un exploit di grande rilevanza considerato che provenivamo dall’ultimo posto in classifica. Un risultato che per noi, che ereditiamo l’immensa carica di umanità di Don Pasquale Uva, assume un significato veramente speciale.

Ma tutto questo non sarebbe potuto accadere se, prima di noi, Lei e la Sua Amministrazione, non aveste posto le basi sulle quali noi abbiamo potuto costruire il nostro presente e costruiremo il nostro futuro. Un grande e difficile lavoro il Suo, che non solo Le fa onore, ma che La pone tra i più capaci Manager della nostra terra di Puglia, a volte ingiustamente bistrattata pur essendo, come stiamo tutti insieme dimostrando, capace di miracoli che altrove non si sono mai verificati.

La storia dell’ex CDP in Amministrazione Straordinaria e di Universo Salute congiunte sono un qualcosa di unico, un esempio per tutti e una speranza per molti che con la capacità, la volontà e la temperanza, questo Sud può ancora dire e fare molto per questo Paese dilaniato da tensioni politiche e da difficoltà economiche. Per tutto questo – conclude Telesforo – ancora una volta grazie, grazie Commissario Cozzoli”.

*/ endif; // end ! comments_open() ?>