E’ un Bari in crescita: il poker al Cittadella segnale di svolta

Improta (Foto: Fc Bari).

di ALFREDO NOLASCO – Bari, 20 ottobre – Rifilare un poker al Cittadella non è da tutti. Il Bari ne è stato capace grazie ad una condizione in netto miglioramento, soprattutto a proposito di gente come Basha, che ha coronato la brillante prestazione con una doppietta da incorniciare. A questo aggiungiamo l’affidabilità di Galano ed Improta, in gol con rassicurante continuità, lo spirito di sacrificio dell’incontenibile Cissè (con Basha il migliore in campo) e l’evidente crescita dei vari Marrone, Busellato e Iocolano ed ecco finalmente delinearsi un progetto di squadra competitiva nonché, a tratti, spettacolare.

Il San Nicola (5 vittorie su 6) sta diventando l’arma in più di questo Bari, sempre più spigliato e determinato, oltre che specializzato in rimonte (ma perché partire sempre in svantaggio?).

Indubbiamente restano ampi margini di miglioramento: il vero Bari si comincerà a vedere tra non meno di un mese. Grosso è chiamato intanto a gestire i problemi di abbondanza (Floro Flores è già un caso), a porre un argine al problema delle palle inattive, causa degli ultimi tre gol subiti, e soprattutto a fare acquisire adeguata autostima ad un gruppo che nonostante qualità e tecnica indiscutibili, ancora non riesce a confermarsi con continuità in trasferta, laddove un pizzico di cinismo e praticità in più non guasterebbe. Sotto quest’aspetto Brescia costituisce un banco di prova attendibile per consolidarsi in posizioni di vertice più consone ai reali programmi della società.

*/ endif; // end ! comments_open() ?>