Roma, la Puglia dei siti Unesco al Salone Mondiale del Turismo

Loredana Capone.

ROMA, 27 settembre – Si è inaugurato ieri a Roma a Palazzo Venezia, e durerà fino al 28 settembre, il WTE 2019 | World Tourism Event, Salone Mondiale del Turismo Città e Siti UNESCO, a cui partecipa la Regione Puglia con Pugliapromozione insieme a tutte le regioni d’Italia. L’obiettivo della rassegna è quello di contribuire a dare spunti per nuovi modelli di management e per un efficace valorizzazione e promozione sostenibile dell’offerta culturale materiale e immateriale, anche in chiave di crescita di economia del turismo, favorendo la connessione con progetti innovativi e il networking tra persone.

L’assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, ha partecipato alla opening session e al taglio del nastro. Il Turismo è un settore strategico di primaria importanza per l’economia pugliese. Per favorire la crescita dell’intero comparto, la Regione Puglia ha puntato sul binomio turismo e cultura – ha raccontato l’Assessore Capone – Oltre al mare e alle spiagge, la Puglia custodisce un ricco tesoro artistico-culturale che la Regione sta valorizzando e promuovendo in prodotti turistici diversificati e innovativi: poli museali, paesaggi e borghi, 5 beni Unesco, tradizioni rurali, percorsi ciclo-turistici, cammini, enogastronomia, turismo congressuale e wedding”.

Oggi panel dedicato al tema “Puglia: la più grande infrastrutturazione culturale degli ultimi anni”, a cui hanno partecipato Massimo Bray, Ex Ministro dei Beni e le Attività Culturali e il Turismo MIBACT, Laura Marchetti, Docente di Didattica delle Culture, Aldo Patruno, Direttore Generale del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia e Fabiola Sfodera, Dottore di Ricerca in Marketing, Facoltà di Economia, Sapienza Università di Roma. Aldo Patruno ha raccontato quella che è stata a tutti gli effetti la più grande infrastrutturazione culturale degli ultimi anni in Puglia: La Puglia ha attuato una strategia stratificata per mettere a sistema le eccellenze del territorio, rendere la cultura economicamente sostenibile e promuovere una Puglia da scoprire in tutte le stagioni. La strategia comprende 3 piani pluriennali: Puglia365, Piiil Cultura e Smart-In. Le parole chiave: Destagionalizzazione, Internazionalizzazione ed Accoglienza. Con Puglia365, la Regione ha avviato un percorso di diversificazione dell’offerta turistica che valorizza le specificità di ogni singolo territorio e ne promuove la fruizione nei mesi non esclusivamente estivi. Con Piiil Cultura e Smart-In, la Regione Puglia sta investendo sul rapporto fra beni culturali, imprese, innovazione e cultura, per incentivare l’assunzione di modelli imprenditoriali e progettuali a medio-lungo termine da parte degli operatori del settore. Smart-In, in particolare, valorizza i contenitori culturali attraverso un piano di sviluppo di contenuti di qualità che consentono una fruizione innovativa“.

*/ endif; // end ! comments_open() ?>