Borraccino: PIL, in Puglia crescita dell’1,4% nel 2018, siamo sulla via giusta

L’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia Cosimo Borraccino.

BARI, 29 gennaio – In una nota, l’assessore regionale Borraccino ha dichiarato: “Sono estremamente soddisfatto per le notizie diffuse dall’ISTAT in queste ore che certificano una crescita del PIL, in Puglia, dell’1,4% nel 2018. 

Si tratta di un dato che conferma l’ottimo lavoro svolto in questi anni dal Governo regionale guidato da Michele Emiliano e finalizzato a supportare il sistema produttivo pugliese con una molteplicità di strumenti di agevolazione, gestiti in gran parte dall’Assessorato allo Sviluppo Economico che ho l’onore di guidare e da “Puglia Sviluppo”, rivolti alle imprese, con oltre 1,2 miliardi di euro di risorse pubbliche impegnate nella programmazione 2014-2020 che stanno già producendo investimenti per oltre 4 miliardi di euro sul territorio.

E’ la dimostrazione che la strada intrapresa dalla Regione Puglia in questi anni è quella corretta per supportare un tessuto imprenditoriale e industriale che sta concretamente provando di essere molto dinamico e vitale soprattutto nella sua capacità di puntare su innovazione e internalizzazione quali leve principali per lo sviluppo.

E’ per me motivo di particolare orgoglio constatare come la crescita della Puglia sia superiore rispetto al dato nazionale (+ 0,8%) e si ponga in netta controtendenza rispetto ad altre regioni del Mezzogiorno d’Italia come la Campania (-0,6%), la Calabria (-0,8%) o la Sicilia (-0,3%) che, complessivamente, portano il PIL del Sud ad un incremento medio dello 0,3%, mentre la nostra regione si pone in linea con il dato fatto registrare nel “ricco” e produttivo Nord-Est (+1,4%).

Tutto questo ha prodotto, in Puglia, un incremento di circa il 2% del reddito disponibile per le famiglie, al pari di regioni come la Lombardia, il Veneto e il Friuli Venezia Giulia.

Si tratta di dati che non esito a definire straordinari che dimostrano come il lavoro compiuto in questi anni stia dando i suoi frutti e stia producendo uno sviluppo concreto, stabile e duraturo per il nostro territorio.

Ovviamente c’è ancora molto da fare, soprattutto sul versante occupazionale, e sarebbe un errore ritenere che tutti i problemi della nostra regione siano stati risolti, ma i numeri dell’ISTAT certificano in modo incontrovertibile come gli sforzi compiuti in questi anni stanno sortendo i risultati sperati e, quindi, che la strada tracciata è quella corretta. Occorre, ora, perseguirla fino in fondo, con forza e determinazione”.

*/ endif; // end ! comments_open() ?>