La Puglia negli Stati Uniti nel novantesimo della morte di Sacco e Vanzetti

BARI – Sabato 11 maggio a Boston e mercoledì 15 a New York si terranno gli eventi conclusivi del progetto biennale “Processi migratori e immigratori nella storia dell’ultimo secolo tra accoglienza, pregiudizio, intolleranza e razzismo”, nel novantesimo anniversario dalla morte di Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti.
Il progetto, patrocinato dai Consigli Regionali del Piemonte e della Puglia, è stato avviato con una mostra iconografica promossa dalla Fondazione Giorgio Amendola per ricordare i novant’anni dalla sedia elettrica di Charlestown, usando soprattutto i materiali tratti dagli archivi della Boston Public Library (Fondo Aldino Felicani, Sacco-Vanzetti Collection 1915-1977). Un manufatto espositivo realizzato con grande passione civile ha girato l’Italia e ha sollecitato dibattiti, studi, approfondimenti, ricerche, relazioni. Da questi contributi è scaturito il volume “Tra accoglienza e pregiudizio Emigrazione e immigrazione nella storia dell’ultimo secolo: da Sacco e Vanzetti a Jerry Essan Masslo”, a cura di Giovanni Cerchia, che verrà presentato nei due eventi negli Stati Uniti, realizzati di concerto con la Società Dante Alighieri.
In entrambe le occasioni alcuni degli autori del libro (Cerchia, Ferraiuolo, Marino, Pasto e Leuzzi) discuteranno con accademici e personalità statunitensi. Presso la sede della Dante Alighieri del Massachusetts verrà anche allestita la mostra iconografica.
L’evento di New York sarà organizzato anche con la collaborazione del Calandra Institute, punto di riferimento per le ricerche sull’emigrazione italiana negli Stati Uniti.
Il Consiglio Regionale pugliese sarà rappresentato da un consigliere segretario nella delegazione composta da componenti della Fondazione Amendola.

*/ endif; // end ! comments_open() ?>