La Puglia dell’agroalimentare tra i protagonisti dell’edizione numero 84 della Fiera del Levante

BARI – La “Puglia Soul Food”, nel padiglione 18, apre le porte al pubblico per far conoscere le politiche regionali di valorizzazione del mondo agricolo e della pesca, delle risorse naturali e delle e delle eccellenze enogastronomiche pugliesi di produttori locali
Tante le attività, tra convegni, degustazioni e incontri, coordinate dal Dipartimento Agricoltura, sviluppo rurale e ambientale della Regione Puglia e organizzate in collaborazione con associazioni agricole, consorzi di settore e con 26 aziende espositrici di prodotti tipici dell’enogastronomia a marchio Puglia. Inoltre, per la prima volta nel padiglione 20 una vetrina espositiva tutta dedicata al vino.

È Be Wine, il ‘Salone Mediterraneo dei vini”, organizzato dalla Regione Puglia e la   NuovaFiera del Levante: 31 produttori vinicoli pugliesi racconteranno attraverso i loro vini, con degustazioni e masterclass, il lavoro quotidiano per essere eccellenti in Italia e nel mondo. Una “Enoteca dei vini del Mediterraneo” curata dei Ais Puglia, coinvolgerà inoltre appassionati, esperti e wine lover, con degustazioni, workshop e incontri    con i buyer.

Agricoltura e pesca sempre più unite nel Padiglione 18 della Regione Puglia in Fiera del Levante, grazie al sostegno del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (Feamp).

Dal 3 all’11 ottobre in programma una serie di attività con l’obiettivo di incrementare la consapevolezza del pubblico sui prodotti locali della pesca e dell’acquacoltura sostenibili. In programma, nel corso della settimana fieristica, percorsi esperienzialie sensoriali, di tipo pratico e divulgativo, come i corsi di sfilettatura del pesce, con il coinvolgimento attivo e in sicurezza degli operatori del settore e dei consumatori e che troveranno la massima espressione negli show cooking, tenuti da chef espertiche rappresenteranno l’intera Puglia, dal Gargano al Salento.

 Ogni giorno sessioni dedicate al pesce e alle ricette, alle qualità e proprietà nutrizionali, con approfondimenti sulla tracciabilità e su come saper riconoscere e scegliere prodotti freschi e locali.

Nel padiglione 18 spazio anche alla valorizzazione e alla gestione sostenibile e tutela delle risorse forestali e naturali della Puglia. Sarà allestita una mostra permanente delle specie forestali autoctone pugliesi, con l’esposizione di sei teche nelle quali sono raccolti e catalogati foglie e semi degli alberi e degli arbusti presenti nei Boschi da Seme della Regione Puglia.
 Inoltre, da lunedì 5 ottobre e sino a domenica 11 ottobre in programma nel padiglione 18 i laboratori per promuovere i boschi didattici, con incontri dedicati al riconoscimento delle foglie, delle piante del sottobosco e di quelle aromatiche, passando ai manufatti con materiali poveri e la cera d’api. Attività possibili in collaborazione con sette aziende agrituristiche e masserie pugliesi iscritte nell’Albo Regionale dei Boschi Didattici della Regione Puglia.

In linea con le disposizioni della Regione Puglia per la prevenzione e gestione dell’epidemia da Covid-19, i posti nella Sala convegni sono limitati e, allo stesso, modo gli ingressi all’interno dei Padiglioni18 e 20 sono contingentati.

Per registrarsi agli eventi organizzati all’interno dei Padiglioni 18 e 20 è necessario registrarsi sul servizio agenda della Regione Puglia e iscriversi agli eventi gratuiti suhttps://www.regione.puglia.it/web/speciale-fiera-2020.

Per la partecipazione agli  show cooking, l’ingresso è consentito solo su prenotazione e registrazione presso l’area adibita all’interno del Padiglione 18. Un operatore presente misurerà la temperatura non consentendo l’accesso e la permanenza in caso di un valore superiore a 37,5°.

*/ endif; // end ! comments_open() ?>