La Ministra Bellanova in visita alla Fiera del Levante: “No al caporalato”.

La Ministra delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Teresa Bellanova intervenuta questo pomeriggio nel Salone dell’Innovazione all’incontro su Linee Strategiche attraverso Sistemi alimentari sostenibili per i 41 Comuni della Città Metropolitana di Bari.

BARI, 9 ottobre – “Se veramente abbiamo a cuore la sostenibilità ambientale, dobbiamo avere ugualmente a cuore quella sociale e quella economica. Va garantita alle nostre imprese e ai nostri imprenditori, altrimenti avremo terre abbandonate e dissesto idrogeologico. Questi sono tre pilastri fortemente collegati. Non possiamo chiedere solo agli agricoltori di sostenere i costi, altrimenti tradiremmo un impegno. L’agricoltura deve essere parte della soluzione, deve essere parte della sostenibilità. Il patto con i cittadini, i consumatori, è cruciale: da questa alleanza passa la sopravvivenza del sistema. Finché sarò Ministra, combatterò il nutri-score, non per principio ma per questioni concrete. Affidare ad un algoritmo le produzioni significa mandare in crisi un pilastro della produzione del nostro paese: la dieta mediterranea. Non abbiamo bisogno di semplificazioni, ma di rendere semplici informazioni che devono avere un carattere scientifico”. Lo ha dichiarato la Ministra delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Teresa Bellanova intervenuta questo pomeriggio nel Salone dell’Innovazione all’incontro su Linee Strategiche attraverso Sistemi alimentari sostenibili per i 41 Comuni della Città Metropolitana di Bari.

“Dico no al caporalato e dico no alle aste a doppio ribasso, che sono caporalato in giacca e cravatta. È un tema che la politica non può sottovalutare. Per questo mi sono battuta tantissimo per l’emersione del lavoro: migrante o italiano non fa alcuna differenza. 220mila persone sottratte all’invisibilità e alla clandestinità non sono un flop. Questa battaglia significa liberare le persone ma anche dare forza alle imprese che seguono le regole e subiscono la concorrenza sleale di chi non lo fa”, ha conclusa la ministra.

Il meeting è stato organizzato da Città Metropolitana di Bari, CIHEAM Bari, Direzione Generale allo Cooperazione allo Sviluppo, Regione Puglia  nell’ambito dell’iniziativa #Insieme per gli SDG che il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, (MAECI), la FAO (Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite), la SDG Campaign delle Nazioni Unite, Save the Children e il CIHEAM Bari hanno lanciato in occasione dell’avvio delle celebrazioni della Giornata Mondiale dell’Alimentazione.

L’incontro ha rappresentato l’occasione per illustrare il percorso che la Città Metropolitana di Bari ed i suoi 41 Comuni hanno avviato per attivare nuovi approcci di governance e sviluppare modelli alimentari innovativi, puntando anche sulla cooperazione e partecipazione a progetti di ricerca europei e nazionali, alcuni attualmente in corso, grazie all’interazione con CIHEAM Bari, UniBari, Politecnico, LUM e CNR.

Prima del suo intervento al meeting, la Ministra Bellanova insieme al Presidente della Nuova Fiera del Levante, Alessandro Ambrosi, ha visitato i padiglioni dell’Agricoltura (stand 18) e di Be Wine (stand 20).

*/ endif; // end ! comments_open() ?>