Garante disabili: “Subito interventi specifici e risposte per le famiglie con figli autistici”

Garante disabili: “Subito interventi specifici e risposte per le famiglie con figli autistici”
Il garante regionale dei diritti dei disabili, Giuseppe Tulipani, in una foto di qualche giorno fa, durante una visita alla sede di Bisceglie di Universo Salute – Opera Don Uva.

BARI, 25 agosto – “In questi giorni di apparente sospensione dal lavoro e dalle fatiche quotidiane, giornate in cui il desiderio di tutti è ritagliarsi un periodo di tregua e di serenità, ci sono famiglie a cui tutto ciò non è permesso. E questa storia è simile alle storie di tante famiglie che quotidianamente affrontano le difficoltà di confrontarsi con l’autismo. L’autismo non va in vacanza e, qualche giorno fa, ci siamo scontrati con le vicissitudini di un ragazzo autistico di Grumo Appula e la sua famiglia”. E’ quanto fa sapere, attraverso una nota, il garante regionale dei diritti dei disabili, Giuseppe Tulipani.
“Richiesto l’aiuto ed il sostegno pubblico – prosegue Tulipani – abbiamo assistito a ritardi e inadempienze purtroppo ancora presenti nella nostra Regione. Una richiesta d’aiuto che ha avuto una risposta troppo lenta che ha concesso a questo ragazzo il tempo di lanciarsi nel vuoto riportando gravi lesioni e spaventando oltremodo i suoi cari.
Come Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Puglia ho registrato da un lato un profondo dolore ma dall’altro sono stato incoraggiato ad essere sempre più incisivo nel portare avanti con più forza le mie e le proposte di famiglie che vivono questa sofferenza a tutti i livelli.
La politica della nostra Regione dovrà lavorare sempre più per una efficace semplificazione delle procedure, per l’attivazione del numero unico delle emergenze (NUE 112), che azzererebbe i vari rimpalli di competenze e per l’applicazione del regolamento sull’Autismo. Io, in qualità di Garante, solleciterò ulteriormente l’intervento del nostro Presidente Emiliano competente in materia di salute.
Il mio lavoro – conclude il Garante – continuerà sempre più nel solco del sostegno di un patto tra famiglie ed istituzioni, un accordo capace di rendere la quotidianità dei tanti genitori con figli autistici non più confinata tra le mura domestiche”.

*/ endif; // end ! comments_open() ?>