Dal consiglio regionale pugliese ok alla legge che tutela le prestazioni professionali

BARI, 19 giugno – Il Consiglio regionale ha approvato a maggioranza la proposta di legge “Norme in materia di tutela delle prestazioni professionali per attività espletate per conto di committenti privati e di contrasto all’evasione fiscale”, presentata dal consigliere del M5S Cristian Casili.
Con questa legge si vuole riconoscere il valore sociale ed economico delle prestazioni rese dai professionisti su incarico dei privati e delle imprese, nell’ambito dei procedimenti volti al rilascio di titoli abilitativi. L’obiettivo che si intende perseguire è di contribuire alla riduzione dell’evasione fiscale imponendo la presentazione della fattura agli uffici della P.A..
La legge prevede che la presentazione dell’istanza autorizzativa debba essere corredata dalla lettera di affidamento dell’incarico sottoscritta dal committente. È previsto anche che l’amministrazione, al momento del rilascio dell’atto autorizzativo debba acquisire la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà del professionista attestante il pagamento delle spettanze da parte del committente.

*/ endif; // end ! comments_open() ?>