Bari ingenuo e sfortunato. Ma Grosso è sulla via giusta

Fabio Grosso (Foto: Fc Bari 1908).

di ALFREDO NOLASCO – Vercelli, 14 ottobre – Al netto degli sprechi, il Bari sarebbe abbondantemente primo in questo strano avvio di stagione in una B caratterizzata sempre più da improvvisazione ed esagerato equilibrio. Che poi l’odierno, disperato pareggio della Pro sia stato realizzato in evidente fuorigioco è la fedele riprova che la squadra di Grosso è tutt’altro che favorita dalle decisioni arbitrali.

Il fatto è che un’autentica squadra di rango non dilapida fortune in continuazione: una squadra di rango sa come gestire le fasi delicate di una partita, senza lasciarsi soggiogare dall’ansia e dalla paura di vincere. Sotto questo aspetto, come su una migliore organizzazione del reparto difensivo, Grosso ha da lavorare. Al netto dei limiti arbitrali, la vittoria al “Piola” era già confezionata e solo una sciagurata gestione ed interpretazione della fase finale avrebbe potuto penalizzare il Bari. Così è stato. Ed è ciò che Grosso temeva. Pazienza. Si va avanti muovendo la classifica anche sui campi esterni, laddove il Bari raccoglieva picche da un bel pezzo. Si va avanti con la consapevolezza che questo Bari ha ampi margini di miglioramento. E che la classifica, anche stasera, risulta un tantino bugiarda…

*/ endif; // end ! comments_open() ?>