Il Bari ancora di rigore, espugna Rieti all’ultimo respiro

RIETI, 8 settembre – Dopo l’inatteso stop interno con la Viterbese, il Bari torna alla vittoria sul campo di Rieti e lo fa in rimonta dopo una gara molto sofferta e tutt’altro che spettacolare. Primo tempo da dimenticare per la scarsa incisività dei galletti, complicato dal gol dei padroni di casa nel finale, grazie ad un calcio di rigore concesso magnanimamente dal signor Perenzoni di Rovereto e trasformato da Marcheggiani. Nella ripresa Cornacchini azzecca i cambi, inserendo Ferrari per Kupisz, il nuovo arrivo Awua (apprezzabile il suo impatto sulla partita) per Hamlili, Floriano per Terrani, Corsinelli per Costa e D’Ursi per Simeri. E proprio El Loco Ferrari ricambia l’attenzione del mister siglando il gol del pareggio al 78′, con i laziali da qualche minuto ridotti in dieci per l’espulsione di Tirelli (brutta entrata alle spalle di Hamlili). Ottenuto il pareggio, i biancorossi non hanno smesso di crederci fino a trovare un penalty nei minuti di recupero trasformato da Antenucci.

CORNACCHINI: “VITTORIA GIUSTA E SOFFERTA – Una vittoria all’ultimo tuffo che ha soddisfatto mister Cornacchini, capace grazie ai cambi di riprendere un match che si era messo male dopo il rigore di Marcheggiani: «Quella di oggi è una vittoria che ritengo giusta per quanto si è visto in campo, sebbene sofferta. Sono soddisfatto, contento di aver vinto, ma consapevole che in alcune situazioni avremo potuto fare meglio. Le problematiche ci sono, ma possiamo risolverle, attraverso il lavoro. Il Rieti ha giocato la partita che doveva; veniva da due sconfitte e aveva voglia di riscatto; era impensabile venire a fare una passeggiata. Non abbiamo subito tiri in porta, poi andare sotto su un rigore dubbio non ci ha agevolato. La squadra ha saputo reagire e venire fuori da una situazione difficile, con voglia e cattiveria; ha dimostrato di volere fortemente la vittoria. Oggi ho optato per la difesa a tre per avere più equilibrio; nelle ultime eravamo stati troppo leggeri davanti e fragili dietro. Siamo migliorati, anche se sugli esterni avremmo potuto spingere di più. Credo siamo sulla strada giusta. Il bel gioco? Questa è la C, anche sugli altri campi il calcio spettacolo latita; oggi non posso che essere soddisfatto».

Rieti-Bari 1-2

RIETI (3-5-2) – Pegorin; Aquilanti, Gigli, Zanchi; Palma, Zampa, Tirelli, Esposito, Guiebre; Beleck, Marcheggiani (89′ De Paoli). A disp.: Addario, Bartolotta, Bellopede, Del Regno, De Sarlo, Granata, Lazzari,  Marino, Poddie, Sette, Tiraferri. All.: Mariani.

BARI (3-5-2) – Frattali; Sabbione, Di Cesare, Perrotta; Kupisz (65′ Ferrari), Hamlili (73′ Awua), Bianco; Terrani (73′ Floriano), Costa (55′ Corsinelli); Simeri (55′ D’Ursi), Antenucci. A disp.: Marfella, Berra, Esposito, Schiavone, Scavone, Neglia. All.: Cornacchini.

Arbitro: Perenzoni di Rovereto
Marcatori: 35′ rig. Marcheggiani (R), 78′ Ferrari (B)
Ammoniti: Zanchi (R), Terrani (B), Di Cesare (B), Esposito (R)
Espulsi: Tirelli (R)

Spettatori: 1429 (1185 paganti, 244 abbonati, 627 ospiti)

Note: terreno non in buone condizioni, cielo nuvoloso

*/ endif; // end ! comments_open() ?>