Bankitalia, nel 2018 crescita lenta per la Puglia. Salgono (4,4%) compravendite immobiliari, esportazioni a -2,2%

BARI, 21 giugno – L’economia della Puglia nel 2018 è cresciuta in misura più contenuta rispetto all’anno precedente e alla media nazionale, registrando il dato più positivo nella crescita del 4,4% delle compravendite immobiliari; in calo del 2,2% le esportazioni. E’ quanto emerge dal rapporto annuale della Banca d’Italia ‘Economie regionali “L’economia della Puglia’, anticipato ieri alla stampa e presentato ufficialmente nel pomeriggio nel Politecnico di Bari alla presenza del vicedirettore generale di Bankitalia, Daniele Franco. Attualmente il dato complessivo della crescita dell’economia del 2018 in Puglia non è disponibile.
Se il dato peggiore dello scorso anno è quello relativo alle esportazioni, il primo trimestre del 2019 registra però una inversione di tendenza, con una crescita del settore del 9,7%. Un dato in miglioramento è anche quello dell’occupazione, cresciuta dell’1,8 per cento nel 2018, con un conseguente calo del tasso di disoccupazione da 18,8 al 16%. Le nuove assunzioni, è evidenziato nel rapporto, sono risultate positive anche per le posizioni a tempo indeterminato che non crescevano dal 2015.

*/ endif; // end ! comments_open() ?>