Assalti bancomat, sequestro armi e bombe ad Andria

Assalti bancomat, sequestro armi e bombe ad Andria

poliziaANDRIA, 2 luglio – Gli agenti del commissariato di Andria, insieme a personale della Squadra mobile e del Nucleo sommozzatori e artificieri della polizia hanno sequestrato armi cariche e pronte all’uso, munizioni, esplosivo, ricetrasmittenti, arnesi per lo scasso, torce, guanti, tute e passamontagna, centraline e inibitori di frequenze. Il materiale è stato rinvenuto nelle campagne e in anfratti naturali nei territori di Andria, Minervino Murge e Spinazzola, nel nord barese.
Nel corso dell’operazione, scaturita dalle indagini su alcuni assalti a sportelli bancomat ad Andria e in centri limitrofi, sono stati sequestrati, in dettaglio, due fucili, una pistola Beretta con decine di cartucce, cinque chili di esplosivo con relativa miccia, 10 radio ricetrasmittenti sintonizzate sulle stesse frequenze, due inibitori di frequenze, 78 centraline elettroniche di auto e sette ‘marmotte esplosive’, fabbricate artigianalmente in ferro per far saltare in aria sportelli bancomat, compreso il progetto cartaceo per realizzarle.

*/ endif; // end ! comments_open() ?>