Apre al pubblico il nuovo sottopasso della stazione di Bari centrale: Emiliano e Decaro all’inaugurazione

BARI, 11 ottobre – “La Puglia continua a crescere, i miglioramenti sono in tutti i settori e in ogni parte della Regione. Se solo penso da dove siamo partiti, dopo 15 anni di lavoro sembra di stare finalmente in Europa”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia che questa mattina ha inaugurato il nuovo sottopasso della stazione centrale di Bari, tunnel dotato di scale mobili, nuova illuminazione a Led, videocamere di sorveglianza, monitor informativi, canaline per il trasporto delle bici, percorribile anche dai diversamente abili. “Continua il lavoro. Ricordo di aver inaugurato questa stazione della Ferrotramviaria – ha proseguito Emiliano – Ricordo ovviamente anche i momenti duri, perché ci sono state tante situazioni difficili, e in questo momento non possiamo dimenticare le vittime dell’incidente del 12 luglio 2016 alle quali, anche in questo giorno, va il mio pensiero. Stiamo cercando di migliorare ulteriormente la qualità del viaggio, stiamo cercando di migliorarne la sicurezza e soprattutto di consentire alla città di Bari di servire tutta la Puglia, perché in questo modo, con qualunque mezzo si arrivi in città, da dovunque si sia partiti, o con l’aereo o con ferrovie concesse, raggiungendo la stazione si potrà prendere la linea nazionale sia per andare verso il Sud che per risalire l’Italia. Quindi un insieme di infrastrutture che aiutano tutta la Regione e non solo la città di Bari, questo tengo a dirlo, perché questa città è al servizio della Puglia intera. Un capoluogo di regione o è al servizio delle altre città o non ha senso. Abbiamo ancora tanto da fare: stiamo lavorando sodo affinché tutta la Regione abbia le infrastrutture che merita”.

Anche il sindaco di Bari Antonio Decaro è intervenuto all’inaugurazione del nuovo sottopasso. “Ringrazio Grandi Stazioni – ha dichiarato – per aver mantenuto il primo di una serie di impegni presi con la nostra città. Conosco questa stazione da quando ero bambino, perché mio padre è stato un macchinista delle Ferrovie dello Stato, e so che la stazione non è solo il bigliettino da visita di una città ma in qualche modo ne rappresenta l’anima, perché è il crocevia di tante storie, di tante persone che ogni giorno partono e arrivano.

Oggi siamo felici di mostrare a tutti voi un aspetto positivo di quest’anima: un nuovo sottopasso, moderno ed efficiente, completamente privo di barriere per le persone con disabilità, che consentirà un collegamento non solo più agevole tra due zone della città ma soprattutto strategico dal punto di vista dei trasporti, dal momento che connette tutte le stazioni dei gestori delle linee ferroviarie, Trenitalia, Ferrotramviaria, Ferrovie Appulo-Lucane e Ferrovie del Sud Est.

Per questo credo che oggi sia una giornata importante per Bari, a riprova del grande lavoro svolto e di quello che Grandi Stazioni si accinge ad iniziare già dal mese prossimo con l’ampliamento e la riqualificazione degli altri due sottopassi e il completamente della nuova palazzina su via Capruzzi, con l’obiettivo di rendere ancora più funzionale la stazione centrale di Bari.

Mi piace anche ricordare che questo grande intervento sarà accompagnato dall’esecuzione di un’altra opera molto attesa, sempre a cura di Grandi Stazioni: la realizzazione, nell’area dell’ex Squadra Rialzo, sull’estramurale, del terminal per i bus extraurbani. Un’opera necessaria a risolvere una volta per tutte una situazione vergognosa che va avanti da troppi anni, con i mezzi parcheggiati lungo via Capruzzi, dove i marciapiedi sono stretti, e i viaggiatori non hanno spazi attrezzati per la sosta e sono costretti a prendere gli autobus, letteralmente, per strada. I lavori dureranno tre anni, al termine dei quali la nostra città sarà ancora più bella e potrà mostrare alle migliaia di viaggiatori che l’attraversano quotidianamente un altro lato positivo della sua anima”.

L’intervento – Completamente rinnovato da Grandi Stazioni Rail (Gruppo FS Italiane), il nuovo sottopasso è più largo e dotato di sei ascensori a servizio dei binari e di quattro scale mobili in corrispondenza del binario 1 (lato piazza Aldo Moro) e della nuova palazzina di via Capruzzi.

Prolungato fino alle banchine di Ferrotramviaria attraverso l’apertura di un varco, migliora l’interscambio tra la stazione di Bari Centrale, dove arrivano i treni regionali e a lunga percorrenza di Trenitalia e quelli regionali di Ferrovie del Sud Est, e le stazioni di Ferrotramviaria e FAL per i collegamenti verso l’aeroporto di Bari Palese e Matera.

Fruibile h24, è dotato di una nuova illuminazione a led, videocamere di sorveglianza, monitor informativi e canaline per il trasporto delle bici in corrispondenze delle rampe di accesso ai binari e di uscita.

In fase avanzata di realizzazione (circa il 60%), il nuovo edificio su via Capruzzi, in corrispondenza dell’innesto dei tre sottopassi. Il fabbricato si sviluppa su tre piani più uno interrato, sul fronte stradale per circa 140 metri e ospiterà una biglietteria, una sala d’aspetto, locali commerciali e uffici FS. Fine lavori luglio 2020.

Grandi Stazioni Rail avvierà a novembre una seconda fase di interventi che prevede la riqualificazione dei sottopassi verde e rosso (quest’ultimo sarà completamente servito da ascensori).

Infine, a inizio 2020 partiranno i lavori per la realizzazione del nuovo terminal bus in corrispondenza della ex mensa ferroviaria che si concluderanno entro il 2023. Previsti 30 stalli per i bus extraurbani e pensiline per i viaggiatori in attesa. L’investimento complessivo è pari a 12 milioni di euro.

*/ endif; // end ! comments_open() ?>